All posts tagged: Piatti senza glutine

Leggete sempre bene la ricetta e gli ingredienti delle preparazioni però!

Crema di Melanzane

    La crema di melanzane è un antipasto veloce o un delizioso accompagnamento a piatti di carne o pesce, magari proprio una tajine. Le sue origini sono fortemente legate al mondo arabo e potrete gustare questo piatto in Marocco, in Turchia o nei Paesi mediorientali. Ogni volta il suo sapore sarà un sorpresa, ma vi propongo questa versione veloce.. Per 2 persone 1 melanzana 1 cucchiaino di semi di cumino 1 spicchio d’aglio 1 pizzico di ale 1 macinata di pepe nero 1 pizzico di paprika dolce 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva Preparazione Accendete il forno ventilato a 200° C. Bucherellate con i rebbi di una forchetta la pelle della melanzana e, quando il forno raggiunge la temperatura, infornatela su una teglia. Cuocete per 20-25 minuti, rigirandola un paio di volte. Trascorso questo tempo, lasciatela raffreddare, poi tagliatela a metà e spolpatela con l’aiuto di un un cucchiaio. Mescolate la polpa con gli altri ingredienti e frullate fino a ottenere una crema. Servite in coppette, accanto alla portata principale o come antipasto. …

Tajine, mon amour!

  A novembre sono stata a Marrakech e prima di partire avevo già una cosa in mente: scoprire il più possibile sulla cucina marocchina, considerata tra le migliori del mondo. Come potrete leggere anche qui, ho convinto la mia dolce metà a partecipare al corso di cucina del Riad Monceau, un luogo bellissimo a due passi da piazza Jemaa El Fna. Lì abbiamo conosciuto la deliziosa chef Rachida Sahnoune, che ci ha inseganto a cucinare il piatto principe di questa cucina: le tajines. Senza dilungarmi troppo, vi propongo la sua tajine di pollo con pomodori caramellati. La sua preparazione è più facile di quello che sembra. Per questa ricetta, ovviamente, vi servirà una tajine, la tipica pentola marocchina dalla forma particolare, ma per fortuna in Italia abbiamo una tradizione molto forte nella cottura in terracotta e potrete sperimentare questo piatto anche usando una pentola bassa di questo materiale. Il risultato non sarà identico, per via della forma del coperchio, ma vale la pena provare.. Per 2 persone 400 gr di pollo (pezzi a piacere) 1 …

Mai dire Mais: i biscotti tolleranti

  Sono fermamente convinta che il biscotto sia un piacere che non debba essere negato a nessuno. Così ho elaborato questa versione per la mia amica Martina e per il mio web designer del cuore Fabio (intolleranti di professione). In più, sono anche leggeri!. Per 450 gr circa di biscotti 125 gr di farina di mais rimacinata senza glutine 60 gr di farina di riso senza glutine 65 gr di amido di mais (maizena) senza glutine 50 gr di burro 125 gr di zucchero bianco 2 tuorli d’uovo Una bustina di vanillina o la scorza di 1/2 limone grattuggiata Un pizzico di sale Preparazione Accendete il forno in modalità statica a 180°. Pesate il burro e approfittate del forno caldo per farlo sciogliere in una tazza resistente al calore. Mescolate bene tutti gli ingredienti e unite il burro sciolto. Nel caso l’impasto risultasse troppo farinoso, aggiungere mezza tazzina di acqua o di latte: alla fine dovrà avere una consistenza di una palla compatta, nonostante la granulosità della farina di mais. Coprite una teglia con carta …

Frutta Secca Pralinata ovvero “Il Tredicino”

  Ad Arona è tempo di Tredicino. Frittelle, caramelle, ma soprattutto frutta secca pralinata. Lo so che tanto avete in casa un sacchetto di frutta secca avanzato da Natale e che ogni volta che aprite la dispensa vi guarda nostalgico. E so benissimo che rimarrà lì ancora molto, molto a lungo, finché assorbirà tutta l’umidità presente nel raggio di 10 km e il suo contenuto diventerà immangiabile. Ecco quindi una ricetta golosissima che darà finalmente un senso a quel sacchetto. Nel mio caso, di arachidi.. Per le arachidi pralinate (per le proporzioni, leggere sotto) Arachidi tostate non salate (oppure mandorle, noci, nocciole…) Zucchero bianco Vanillina Sale fino Preparazione Sgusciare la frutta secca (non preoccupatevi se lasciare o meno la pellicina, la metà se ne andrà comunque durante la cottura). Ora pesatela e dosate la stessa quantità di zucchero (Es. per ogni etto di frutta secca, un etto di zucchero). Per ogni etto di zucchero poi, aggiungete mezza bustina di vanillina, un cucchiaio d’acqua e un pizzico di sale fino. Trasferite tutto in una padella capiente …

Gazpacho, te quiero!

Prima che la mia dolce metà mi regalasse un fantastico libro sul gazpacho, conoscevo questo zuppa fredda soltanto nella sua variante andalusa, a base di pomodoro, cetriolo, aglio, cipolla, peperoni e pane. Per quanto io adori questo piatto, devo ammettere di averlo tuttavia sottovalutato. La filosofia del gazpacho può essere declinata in tanti modi, compresa… la frutta. Domenica prima di pranzo, però, ho sfogliato il libro e mi sono accorta di non avere gli ingredienti per terminare nemmeno una delle tante ricette (una zucchina qui, quattro pomodori là, niente cetriolo, ma un ceppo di indivia – suggerito in una delle ricette – che vagava solo nel frigorifero…)! Così ho deciso di prendere spunto e creare una combinazione di quello che avevo, cercando di rimanere coerente con la tradizione, ma seguendo i suggerimenti per la preparazione delle diverse verdure saltando da una pagina all’altra. Ho poi arricchito il mio personalissimo gazpacho con delle code di gambero grigliate, rendendolo un veloce piatto unico. Oggi quindi, non starò a racontarvi come si prepara il gazpacho tradizionale, ma cosa …

Soufflé alla Chiara d’Uovo

     Non poteva esserci ricetta più azzeccata per oggi. Vi avanzano degli albumi? Magari avete appena cucinato una pasta con l’uovo (come ho fatto io ieri sera)? O avete preparato la crema pasticcera? Insomma, degli albumi non sappiamo mai cosa farcene… Ballano in giro in un bicchiere in frigorifero fino a che non ci decidiamo a buttarli. Questi soufflé sono un ottimo riciclo creativo e vengono cucinati in una maniera un po’ particolare…. Per 3 soufflé (che potrete mangiare tranquillamente in 2!) 2 albumi d’uovo 1 zucchina piccola 1 scalogno 1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato Sale fino Pepe nero da macinare Formaggio morbido per guarnire (io ho usato dell’ottima crescenza di capra) Preparazione Grattuggiare la zucchina con una grattuggia a trama larga e mettetela in un colino a perdere un po’ della sua acqua, meglio se con sopra un piatto, un bicchiere, o qualcosa che faccia “peso”. Con uno sbattitore, montare a neve fermissima gli albumi, con un pizzico di sale. Affettate finemente lo scalogno a rondelle, unitelo al parmigiano, alle zucchine e aggiungete …

La Pasta con l’Uovo

    No, non mi sono sbagliata: non è la pasta all’uovo, ma la pasta con l’uovo. Questa ricetta è parte del bagaglio culinario della mia famiglia, a cui è stata raccontata per caso. La ricetta originale prevedeva di usare la salsa ottenuta per condire il riso in bianco, ma noi abbiamo sempre preferito la pasta! Mio papà è maestro indiscusso di questa ricetta, io proverò a raccontarvi come prepararla.. Per ogni persona 80 gr di mezze penne rigate o di spaghetti n. 5 (per i celiaci, ovviamente senza glutine) 1 tuorlo d’uovo freschissimo 1 cucchiaio abbondante di parmigiano grattuggiato 1 cucchiaino scarso di burro Sale fino Pepe nero da macinare Preparazione Mettete a scaldare una pentola con abbondante acqua. Quando arriva a bollore, salate con sale grosso, e attendete che torni a bollire prima di cuocervi la pasta. Prendete una zuppiera o un piatto fondo capiente e mettetelo sulla pentola della pasta a scaldare. Quando è ben caldo, toglietelo dal calore, aspettate qualche secondo e metteteci dentro il burro, il tuorlo e il parmigiano. …

Le Costolette d’Agnello

  Le costolette d’agnello non credo abbiano bisogno di molte presentazioni. Non vorrei offendere la sensibilità di nessuno ammettendo che l’agnello è una delle carni che preferisco. Qui vi offro la ricetta della mia versione al forno, che scelgo per praticità e perché i tempi di cottura più lunghi mi permettono di lasciarle nel loro intingolo e cucinare altro.. Per 2 persone 350 gr di costolette di agnello (3-4 costolette a testa) Olio Extravergine di Oliva Sale fino Pepe nero da macinare Uno spicchio d’aglio Un rametto di rosmarino fresco Un’acciuga o pasta d’acciughe Una tazzina di aceto bianco o di mele Preparazione Nemmeno vi dico di sgrassare le costolette di agnello. Anche se quelle che si trovano in commercio spesso sono già abbastanza “pulite”. Accendete il forno in modalità ventilata a 200°C. Ungete leggermente una pirofila di vetro con un filo d’olio e condite entrambi i lati di ogni costoletta, semplicemente passandoli sul fondo della pirofila. Salate appena e pepate poi, quando il forno è caldo, infornate pure. Dopo circa 10 minuti, le vostre …

La Ninfea

    Questa è proprio una ricetta scema, non vogliatemene, ma le cose sceme sono, spesso, dei veri colpi di genio. Avete presente quando, dopo una conversazione, vi viene in mente la giusta battuta da dire? Ecco. La Ninfea sarà il vostro colpo di genio quando vi inviteranno a una cena a buffet “dove ognuno fa qualcosa” e le torte salate sono già state tutte prenotate. Taac. In più, volete mettere il nome poetico?. Per una Ninfea (grande quanto un piatto di 30 cm di diametro) 300 gr di gorgonzola dolce e cremoso 2 ceppi di insalata belga / indivia Pepe nero da macinare Un mazzetto di rucola (per guarnire) Preparazione Cospargete il piatto da portata con la rucola. Con delicatezza, togliete una a una le foglie dal ceppo di insalata belga, facendo attenzione a non romperle e scartando quelle rovinate (di solito, molto poche…), e tenendo da parte il “cuore”, composto dalle foglioline più piccole. Sciacquatele una a una sotto l’acqua corrente e asciugatele delicatamente con un panno carta. Partendo dalle foglie più grandi, …