All posts tagged: Piatti leggeri

Il cui contenuto calorico è ridotto.

Pere al Vino Rosso

  Questa ricetta di mia madre per le pere cotte mi ha rapidamente convinta a considerare la frutta come vero e proprio dessert. Un motivo è perché sanno di vino, di quello buono, poi perché quel sughino un po’ caramelloso che fanno si sposa alla perfezione con del gelato al fiordilatte. Così bene, che ormai si preparano queste pere una decina alla volta. Il bis è garantito (e sono ottime anche il giorno seguente). Tenetene conto se invitate ospiti.. Per le pere 10 pere (meglio se del tipo Martin Sec) 2 bicchieri di vino rosso corposo (con un buon Nebbiolo, andrete sul sicuro) 3 cucchiai di zucchero bianco Mezza stecca di cannella 10 chiodi di garofano 4 pezzetti di scorza di limone non trattato Gelato al fiordilatte come se piovesse Preparazione Lavate le pere e, senza sbucciarle, tagliate via una fettina dal fondo, così che possano stare comodamente “in piedi” da sole. Disponetele affiancate in una casseruola abbastanza alta, così che possiate agilmente coprirla con il coperchio senza decapitare le povere pere. Versatevi il vino, …

Le Polpettine di Melanzane

  Le giornate si sono allungate e cosa c’è di meglio che bersi una bella birra fresca al tramonto dopo una lunga, lunghissima giornata di lavoro? Oppure svaccarsi su un prato all’ora di pranzo e improvvisare un picnic? Ma si sa… queste cose fanno venire un certo languorino. Serve qualcosa da stuzzicare, che si possa mangiare con le mani, che non appesantisca e che sappia di cose buone. Le polpettine di melanzane, per esempio.. Per 30 polpettine di melanzane (non bastano mai!) 1 kg di melanzane (circa 4 di medie dimensioni) 1 cipolla rossa di Tropea di medie dimensioni 3 uova intere 200 gr di pane secco grattuggiato 3 cucchiai di parmigiano grattuggiato Olio extravergine di oliva Sale fino Pepe nero da macinare Preparazione Accendete il forno ventilato a 180°C, bucherellate le melanzane con una forchetta e cuocetele intere per 20 minuti, finché non si ammorbidiranno (potete infornarle anche se il forno non è in temperatura, prolungando la cottura di qualche minuto), rigirandole di tanto in tanto. Nel frattempo, pulite e tritate la cipolla (in …

Panna Cotta con le Fragole

    Il simbolino per le ricette leggere è stato messo al posto giusto? Sì! Perché questa panna cotta è la rivisitazione leggera della ricetta classica, elaborata per un motivo molto meno nobile: è probabile che quando decido di cucinarla, io abbia solo un bricchetto di panna a disposizione. Quindi, se aspettate ospiti, ma non avete la più pallida idea di cosa preparare come dolce, sono certa che nei meandri dei vostri armadietti si nasconde un bricco di panna UHT. Usatelo.. Per 4 porzioni 200 ml di panna da cucina 200 ml di latte intero 12 gr di colla di pesce 2 cucchiai di zucchero bianco 1/2 baccello di vaniglia 1/2 tazzina di liquore Per le fragole 12-15 fragole mature 2 cucchiai di zucchero bianco Preparazione Ammorbidite la colla di pesce in una tazza con acqua fredda. Nel frattempo, mettete tutti gli ingredienti in un pentolino, incidendo per il lungo il baccello di vaniglia e raschiandone l’interno, facendo cadere nel liquido i semini. Portate lentamente a bollore. Togliete dal fuoco, strizzate la colla di pesce e …

Crema di Melanzane

    La crema di melanzane è un antipasto veloce o un delizioso accompagnamento a piatti di carne o pesce, magari proprio una tajine. Le sue origini sono fortemente legate al mondo arabo e potrete gustare questo piatto in Marocco, in Turchia o nei Paesi mediorientali. Ogni volta il suo sapore sarà un sorpresa, ma vi propongo questa versione veloce.. Per 2 persone 1 melanzana 1 cucchiaino di semi di cumino 1 spicchio d’aglio 1 pizzico di ale 1 macinata di pepe nero 1 pizzico di paprika dolce 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva Preparazione Accendete il forno ventilato a 200° C. Bucherellate con i rebbi di una forchetta la pelle della melanzana e, quando il forno raggiunge la temperatura, infornatela su una teglia. Cuocete per 20-25 minuti, rigirandola un paio di volte. Trascorso questo tempo, lasciatela raffreddare, poi tagliatela a metà e spolpatela con l’aiuto di un un cucchiaio. Mescolate la polpa con gli altri ingredienti e frullate fino a ottenere una crema. Servite in coppette, accanto alla portata principale o come antipasto. …

Mai dire Mais: i biscotti tolleranti

  Sono fermamente convinta che il biscotto sia un piacere che non debba essere negato a nessuno. Così ho elaborato questa versione per la mia amica Martina e per il mio web designer del cuore Fabio (intolleranti di professione). In più, sono anche leggeri!. Per 450 gr circa di biscotti 125 gr di farina di mais rimacinata senza glutine 60 gr di farina di riso senza glutine 65 gr di amido di mais (maizena) senza glutine 50 gr di burro 125 gr di zucchero bianco 2 tuorli d’uovo Una bustina di vanillina o la scorza di 1/2 limone grattuggiata Un pizzico di sale Preparazione Accendete il forno in modalità statica a 180°. Pesate il burro e approfittate del forno caldo per farlo sciogliere in una tazza resistente al calore. Mescolate bene tutti gli ingredienti e unite il burro sciolto. Nel caso l’impasto risultasse troppo farinoso, aggiungere mezza tazzina di acqua o di latte: alla fine dovrà avere una consistenza di una palla compatta, nonostante la granulosità della farina di mais. Coprite una teglia con carta …

Gazpacho, te quiero!

Prima che la mia dolce metà mi regalasse un fantastico libro sul gazpacho, conoscevo questo zuppa fredda soltanto nella sua variante andalusa, a base di pomodoro, cetriolo, aglio, cipolla, peperoni e pane. Per quanto io adori questo piatto, devo ammettere di averlo tuttavia sottovalutato. La filosofia del gazpacho può essere declinata in tanti modi, compresa… la frutta. Domenica prima di pranzo, però, ho sfogliato il libro e mi sono accorta di non avere gli ingredienti per terminare nemmeno una delle tante ricette (una zucchina qui, quattro pomodori là, niente cetriolo, ma un ceppo di indivia – suggerito in una delle ricette – che vagava solo nel frigorifero…)! Così ho deciso di prendere spunto e creare una combinazione di quello che avevo, cercando di rimanere coerente con la tradizione, ma seguendo i suggerimenti per la preparazione delle diverse verdure saltando da una pagina all’altra. Ho poi arricchito il mio personalissimo gazpacho con delle code di gambero grigliate, rendendolo un veloce piatto unico. Oggi quindi, non starò a racontarvi come si prepara il gazpacho tradizionale, ma cosa …

Soufflé alla Chiara d’Uovo

     Non poteva esserci ricetta più azzeccata per oggi. Vi avanzano degli albumi? Magari avete appena cucinato una pasta con l’uovo (come ho fatto io ieri sera)? O avete preparato la crema pasticcera? Insomma, degli albumi non sappiamo mai cosa farcene… Ballano in giro in un bicchiere in frigorifero fino a che non ci decidiamo a buttarli. Questi soufflé sono un ottimo riciclo creativo e vengono cucinati in una maniera un po’ particolare…. Per 3 soufflé (che potrete mangiare tranquillamente in 2!) 2 albumi d’uovo 1 zucchina piccola 1 scalogno 1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato Sale fino Pepe nero da macinare Formaggio morbido per guarnire (io ho usato dell’ottima crescenza di capra) Preparazione Grattuggiare la zucchina con una grattuggia a trama larga e mettetela in un colino a perdere un po’ della sua acqua, meglio se con sopra un piatto, un bicchiere, o qualcosa che faccia “peso”. Con uno sbattitore, montare a neve fermissima gli albumi, con un pizzico di sale. Affettate finemente lo scalogno a rondelle, unitelo al parmigiano, alle zucchine e aggiungete …

Padellata di Carciofi

    La padellata di carciofi è un contorno che vi stupirà. È semplice da preparare, gustoso, con pochi grassi ed è il contorno ideale per carne, pesce e uova. Se amate questo ortaggio, non escludo possiate anche mangiarlo quasi come piatto unico, sostituendo un’insalata.. Per 4 persone 5 carciofi grandi 2 cucchiai di olio extravergine di oliva 1 spicchio d’aglio 4 cucchiai di pane secco grattuggiato Sale fino Pepe nero macinato 1/2 limone Preparazione Pulite i carciofi, privandoli del gambo e togliendo le foglie esterne più dure, fino a raggiungere il cuore (l’unico metodo empirico che conosco per sapere se siete a buon punto, è quello di staccare una foglia e provare a mangiarla: non ci devono essere residui legnosi). Tagliateli a metà, per il senso della lunghezza e metteteli a bagno nell’acqua fredda insieme alla metà del limone: questo impedirà che diventino scuri e farà perdere loro un po’ di amaro. Trascorso qualche minuto, tagliateli per il senso della lunghezza a spicchietti sottili, di circa mezzo centimetro. In una padella ampia, fate scaldare …

Il Pesce Persico

  Il pesce persico è uno dei sapori che indubbiamente mi riportano all’infanzia, e per me si cucina in un modo solo. Era il piatto che si mangiava in un ristorante in riva al Ticino, pescato fresco, quando la famiglia si riuniva. Ora che ho imparato a cucinarlo, lo ripropongo volentieri in queste occasioni. È adatto sia a una cena romantica, sia a una cena tra amici, ma vi consiglio di non prepararlo per più di dieci persone. Ci metto sempre un po’ di amore in più, per celebrare chi si riunisce a tavola oggi e in ricordo di chi si riuniva un tempo, quindi vi prego di trattare questa ricetta con la dovuta delicatezza.. Per porzione 5 filetti di pesce persico selvatico già puliti (circa 150 gr) 50 grammi di riso Carnaroli Un cucchiaio di farina 1 foglia di salvia fresca Un pezzetto di burro Sale fino e grosso Preparazione In una pentola capiente, mettere a bollire l’acqua, salate con sale grosso, e cuocervi il riso al dente. Scolate rapidamente sotto un getto di …