Tutti gli articoli con categoria: Ristoranti

Casa Ramen – Milano: “Italia-Giappone e ritorno”

Il mio primo incontro con il ramen è stato in una sera di qualche anno fa, dopo la mezzanotte, sul divano di casa: facendo zapping qua e là, mi imbatto nel film The Ramen Girl. Abby (interpretata da Brittany Murphy) è una ragazza che ha deciso di seguire il fidanzato in Giappone, per poi essere mollata impietosamente in un paese straniero. Disperata, trova rifugio nel ristorante sotto casa e cerca di convincere in tutti i modi il burbero proprietario a insegnarle l’arte del ramen. Fin qui, tutto è abbastanza prevedibile, compresi gli addestramenti stile Karate Kid, se non che una domanda inizia a frullarmi nella testa: “Tutto questo sbattimento per una zuppa?”. La risposta è sì. Lo sa bene Luca Catalfamo, lo chef di Casa Ramen a Milano, minuscolo ristorante nel quartiere Isola che ha fatto del ramen la sua vocazione. Fermo subito gli scettici: ramen cucinato da un italiano? Se questo italiano è riuscito a conquistare un posto al Museo del Ramen di Shin-Yokohama è di certo l’artenativa più pratica che avete, a meno …

Brasserie de Monaco – Montecarlo: “Cenare a 16 euro a Montecarlo si può!”

Dopo un viaggio on the road fino in Spagna, alla ricerca di posticini con un ottimo rapporto qualità/prezzo, ci eravamo rassegnati: avremmo ricevuto la stangata a Montecarlo. E invece, passeggiando per il porto, ci siamo imbattuti in questa moderna brasserie, con tavoli all’aperto e buttafuori di ordinanza, un gruppo musicale che suonava e alcuni maxischermi per la partita. Un rapido sguardo al menù ci ha rivelato che eravamo nel posto giusto. Hamburger e birra media: 16 euro. L’hamburger (a scelta tra pollo o manzo) era di taglia regolare, molto buono, servito con formaggio, cipolle caramellate, salse e un’abbondante porzione di patatine, mentre per la birra si poteva scegliere tra i diversi tipi prodotti artigianalmente da loro, tra cui un’ambrata davvero buona! È possibile ordinare anche una degustazione dei diversi tipi di birre prodotti. Il menù prevede anche taglieri di salumi, formaggi e insalate, nel caso voleste variare. Il posto è molto curato, potrebbe andare bene anche per una serata romantica, un po’ informale. Ideale per un gruppo di amici. Visitato ad Agosto 2013 Trovi la …

D’O – Cornaredo: “Chiedetemi come ho mangiato da Davide Oldani”

Mi sono regalata un pranzo al D’O per i miei 30 anni. Ho aspettato così tanto solo per una ragione: bisogna aver un buon motivo per sopportare l’attesa di qualche mese che richiede la prenotazione. Soprattutto per una golosa come me, che si sveglia al mattino con in mente un cibo particolare e pretende che sia nel suo piatto nel più breve tempo possibile. Ora troverò inaccettabile che possano esserci altri mesi tra me e la mia prossima visita. Ne vale la pena? Sì. Sì, perché Davide ti apre la porta e si presenta. Sì, perché il locale non ti mette a disagio. Sì, perché i camerieri sono giovani e gentili, e sono disponibili a darti consigli sui piatti o sul vino, senza guardarti dall’alto in basso. Sì, perché viene Davide al tavolo a chiederti cosa vuoi mangiare. Ti consiglia di temporeggiare tra una portata e l’altra e ti confessa le sue preferenze culinarie. E soprattutto, sì, perché questo simpatico ragazzo della porta accanto ha inventato la cipolla caramellata che, per quanto mi riguarda, ha …

Hostaria al Vecchio Portico – Arona: “Sempre una sorpresa”

A partire dal cestino di pane ancora caldo, alla vista sulla piazza e sul lago, alle piccole attenzioni che riservano ai clienti (piccoli pre-antipasti e pre-dolce), ogni volta che vado a mangiare da Pino, all’Hosteria del Vecchio Portico, è sempre una sorpresa. La scelta dei piatti non è mai banale e ti permette di assaggiare accostamenti curiosi, ma sempre in linea con la tradizione gastronomica del nostro paese e soprattutto attenta al passare delle stagioni. La scelta dei vini è ottima. L’atmosfera è quella giusta, curata, senza mai cadere nello snob. È un posto ideale sia per una cena romantica, ma senza che ci si debba sentire in soggezione, sia per una cena tra amici amanti del buon cibo, dove c’è spazio per la conversazione. Il menù che consiglio? Tutto. Con antipasto, primo e dolce (più pre-antipasto, pre-dolce e dolcini per il caffé), una buona bottiglia di vino, spenderete sui 45-50 euro, ma uscirete davvero felici e con la voglia di avere un’altra occasione per tornarci. Visitato a Luglio 2013 Trovi la recensione di TripAdvisor …

Panetteria F.lli Castruccio – Rapallo: “La migliore focaccia di Rapallo”

Vado in questa panetteria da quando ero piccola, e non ho mai mangiato una focaccia semplice e quella al formaggio come quella che con piacere ritrovo qui ogni volta che torno a Rapallo. Per me la focaccia ha questo gusto e quando mi è capitato di assaggiarne altre, non avevano lo stesso sapore e la stessa consistenza. La sfornano in continuazione, quindi spesso l’assaggerete ancora calda. L’ho fatta provare anche ad amici e hanno confermato la mia opinione. Portatevi in spiaggia un pezzo di semplice e uno al formaggio, sarà un ottimo pranzo al sacco! E se volete portarne un po’ a casa per ricordo, ma avete paura che si guasti nel viaggio, non abbiate paura: basta scaldarla velocemente e sarà (quasi) come appena sfornata. Visitato a Agosto 2013 Trovi la recensione di TripAdvisor qui.

Venta El Buscon – Madrid: “Uno dei miei postacci preferiti”

Adoro i “postacci”: ambiente pittoresco e informale, non finto, ma buon servizio e buon cibo. El Buscon è uno dei postacci che preferisco al mondo, ci torno ogni volta che vado a Madrid ed è uno dei pochi posti che finora non mi ha deluso. È sempre abbastanza affollato, quindi, o prenotate oppure mettetevi l’anima in pace e aspettate al bancone, bevendovi una o due birre o sangria, mentre sfogliate il menù. Al Buscon trovi gente di qualsiasi età, mangi sui tavoli di legno, non hai una scelta vastissima sul menù, ma quello che mangi si sente che è buono! Questo locale ha il pregio di farti sentire a tuo agio, in un’atmosfera adatta anche a una cena romantica. Ci ho portato amici, amiche, genitori e fidanzato e nessuno si è mai lamentato, anzi! Personalmente adoro la loro tapas di pane caldo con le acciughe, che non mi faccio mai mancare, ma ho assaggiato con piacere anche le seppie con ajiolì e i gamberoni alla griglia: ottime porzioni a un prezzo onestissimo. La scoperta di …

Arturo – Diano Marina: “Simpatico e buono”

Quando entri da Arturo non puoi fare a meno di trattenere una risata: il locale è pittoresco e il cuoco un po’ sordino, ma sa fare il suo mestiere. Capita che ti apparecchi per due su un tavolo da sei e lasci il menù ai clienti in piedi in attesa, così si fa prima. Il menù è scritto in maniera molto originale (da editor avrei fatto due o tre correzioni), ma efficace. L’antipasto misto forse è un po’ risicato, soprattutto se si vuole dividerlo in due, ma gli spaghetti allo scoglio davvero buoni. Ci si serve direttamente dalla pentola, servita calda sul tavolo. Il menù che consiglio: antipasto, spaghetti allo scoglio (ma anche il risotto aveva una bella faccia e i nostri vicini di tavolo sembravano soddisfatti), vino bianco. Si spende sui 30 euro, a seconda del vino, ma si esce sazi e divertiti. Visitato a Luglio 2013 Trovi la recensione di TripAdvisor qui.

La Vecchia Lira – Volterra: “Una parola: fiorentina”

Vi farei vedere la foto di quando attacco con entusiasmo 1,6 kg di fiorentina e quella successiva, in cui sfinita, ma soddisfatta guardo il piatto, ripulito da me e dal mio compagno. Il proprietario mi ha fatto scegliere personalmente il taglio di carne che mi avrebbero cucinato. Le patate scelte di contorno erano ottime. Abbiamo anche diviso un antipasto per gola, ma è un errore che non rifarei. Il dolce proprio non ci stava più! Prezzo sopra la media delle osterie, ma decisamente onesto (nemmeno il macellaio ve la regala la fiorentina!!!). Andateci. E uscite felici. Visitato a Agosto 2012 Trovi la recensione di TripAdvisor qui.

Groucho’s Tapas Bar – Calella: “Gustoso e amichevole”

Non so voi, ma a me i prosciutti appesi in un locale mi predispongono già bene. Se unite un cortile interno con fontana e tovaglie a righe, ancora meglio! Quindi, se cercate un posto adatto a una serata tra amici con buona birra e buon cibo, allora questo locale fa per voi. Il cortile interno potrebbe fare al caso vostro anche per una serata romantica, se vi piacciono i luoghi pittoreschi e non siete usciti in abito da sera! Il menù (del quale rifarei la grafica!) ha chiare ispirazioni messicane, ma come prima serata spagnola, ci sembrava giusto cominciare con una paella (discreta e abbondante), ma mi pento ancora di non aver ordinato le fajitas, come ha fatto una mia compagna di viaggio: ottima carne, salse gustose e bella presentazione! Fate solo attenzione a bere la birra in quegli strani bicchieri che vi porteranno: in un attimo vi troverete sommersi! Il menù che consiglio: fajitas o tacos tra l’ampia scelta, birra a volontà. Dovreste spendere una decina di euro. Visitato a Agosto 2013 Trovi la …