Ricette di famiglia
Lascia il tuo commento

Troccoli mantecati con Salmone

seafoodlove speedy certified

Ultimamente ho davvero poco tempo per scrivere, ma per fortuna ne ho ancora un po’ per cucinare. Il mio profilo Instagram esulta, il mio blog meno, ma a volte l’urgenza diventa amica della fantasia e con pochi ingredienti riesco a mettere insieme quelle che chiamo “ricette sceme”, ma che alla fine riscuotono un discreto successo (nell’ultimo mese ho preparato questa ricetta ben 4 volte!).

Ecco, quindi, la ricetta scema dei troccoli mantecati con salmone. Usatela per stupire fidanzati ed amici con il minimo sforzo..

Per 2 porzioni

  • 250 gr. di troccoli (io uso questi, di Maffei) o altra pasta fresca
  • 50 gr. di salmone affumicato
  • 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • Una noce abbondante di burro
  • Sale grosso
  • Pepe nero da macinare

Preparazione

Portate a ebollizione una pentola d’acqua, nella quale farete cuocere la pasta. Una volta a bollore, salate con sale grosso, aspettate che torni a bollore e buttate la pasta a cuocervi.

Nel frattempo, tagliate molto finemente il salmone e, in una scodellina, mescolatelo al parmigiano e grattatevi abbondantemente il pepe nero. Sciogliete la noce di burro in una padella capiente, a fiamma bassissima, senza farlo soffriggere.
Prelevate una tazza di acqua di cottura della pasta e tenetela da parte.

Scolate la pasta al dente e versatela immediatamente nella padella, mescolandola al burro. Aggiungete il salmone, il parmigiano e 4-5 cucchiai di acqua di cottura, così che non si asciughi troppo. Mescolate molto bene, facendo saltare la padella, per amalgamare gli ingredienti, ma sempre a fiamma bassa, fino a che il parmigiano non sia fuso e il salmone abbia preso un colore uniforme. Spegnete la fiamma, coprite con un coperchio per qualche secondo e servite.

trucchi&segretiCosa dire di più… Ovviamente, potete sostituire il tipo di pasta con quello che più vi piace, ma vi consiglio comunque di preferire la pasta fresca, perché questo sugo tende ad asciugarsi e a legarsi meno con la pasta essiccata. Oppure, aggiungete un cucchiaio scarso di robiola, o di altro formaggio morbido, a persona, facendolo sciogliere con un poco di acqua di cottura, prima di versarlo sulla pasta. Ma se iniziamo ad aggiungere troppi ingredienti… che ricetta scema sarebbe?!

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *