Ricette di famiglia
Lascia il tuo commento

La Torta Soffice di Verdure

gluten free  veg  partyspeedycertified

Ed eccoci a una ricetta per una famigerata torta salata: gloriosa presenza delle cene a buffet, trionfo dei cuochi improvvisati, ma molto spesso mappazzone pesanterrimo, che se non fosse perché la sfoglia è sempre un ingrediente irresistibile, rimarrebbe lì, in un angolo, in attesa di essere riscaldata.

Ho voluto proporvi questa ideata da mia mamma, invece, perché il suo ripieno alla fine risulterà molto soffice e sarà un piacere mangiarla..

Per una tortiera del diametro da 24 cm

  • Un rotolo di pasta sfoglia rotondo (nella variante per celiaci, acquistate quella senza glutine, ovviamente!)
  • 400 gr di spinaci freschi o surgelati
  • 300 gr di zucchine (circa 2 di medie dimensioni)
  • 3 scalogni medi
  • 1/2 dado per brodo vegetale o l’equivalente di preparato per brodo
  • 100 gr di ricotta vaccina
  • 3 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Sale fino
  • Pepe nero da macinare

Preparazione

Accendete il forno in modalità statica a 180°C.

In una pentola abbastanza capiente, mettete a bollire dell’acqua nella quale avrete aggiunto il vostro dado. Quando avrà raggiunto il bollore, lessate gli spinaci per qualche minuto, finché non risultano teneri (o seguite le indicazioni per la bollitura che trovate sulla confezione di quelli surgelati).

Nel frattempo, scaldate l’olio in una padella capiente e fatevi appassire lo scalogno a fiamma bassa, fino a che non diventa morbido, tagliate le zucchine a pezzetti abbastanza piccoli e aggiungetele allo scalogno, proseguendo la cottura sempre a fiamma bassa, con un coperchio.

Scolate e strizzate gli spinaci e aggiungeteli allo scalogno e alle zucchine. Regolate di sale e pepe, mescolate in modo che la verdura perda un po’ della sua acqua (circa 5 minuti, sempre a fiamma molto bassa), poi spegnete e lasciate intiepidire.

Ora, trasferite parte delle verdure nel recipiente del frullatore a immersione (il caro, vecchio Minipimer), e inziate a frullare le verdure a massima velocità, muovendo il frullatore dall’alto in basso, così da inglobare aria nel composto (se vi accorgete che la verdura fa acqua, leggete sotto, Trucchi&Segreti). Aggiungete parte della ricotta e del parmigiano e amalgamate ancora con il frullatore. Svuotate delicatamente il contenuto in una scodella capiente e proseguite fino a che avrete frullato tutta la verdura e il formaggio.

Stendete la pasta sfoglia sulla tortiera coperta con carta forno, bucherellatene delicatamente la superficie con i rebbi di una forchetta, date un’ultima amalgamata al ripieno di verdure con un cucchiaio o con una spatola, sempre dal basso verso l’alto e versateli sulla pasta sfoglia. Ripiegate i bordi verso l’interno e infornate per 35-40 minuti, fino a che la sfoglia esterna non sia bella dorata.

È consigliabile servirla calda o tiepida, ma è possibile prepararla con un giorno di anticipo e riscaldarla (anche nel microonde).

trucchi&segretiLa pasta sfoglia è uno dei pochi ingredienti che preferisco reperire già pronti. Diciamocelo: non ho mai capito quella cosa dei giri, del burro che magicamente viene inglobato, etc.

Ma se ci proverò sarete sicuramente i primi a saperlo.

Consiglio comunque di leggere molto bene gli ingredienti di quella che acquistate: che siano pochi e il più vicino possibile alla ricetta originale (burro, farina, acqua e sale).

Se, invece, siete temerari e volete cimentarvi nell’impresa, seguite la ricetta consigliata dalla bravissima Bucci (e della quale mi fido ciecamente!).

Questa torta contiene circa un chilo di verdura, quindi potrete sempre dire che fa bene alla linea (se dimenticate la sfoglia, che però fa molto molto bene all’umore!). È possibile, però, che mentre frullate la verdura, vi accorgiate che ci sia dell’acqua sul fondo del recipiente: questo potrebbe rovinare la cottura della vostra torta salata, che risulterebbe molliccia. Se vi dovesse capitare, trasferite nuovamente le verdure in padella (anche se già frullate) e fate evaporare l’acqua in eccesso.

Inoltre, se volete aggiungere dei dadini di pancetta o prosciutto cotto (circa 100 gr, così per dire…) ad appassire insieme allo scalogno, come già detto: chi sono io per impedirvelo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *