Mese: maggio 2014

La Torta Malefica

    Malefica è la cattiva per eccellenza: bella, ironica e molto molto incazzata. Diciamocelo: Aurora, le fatine svolazzanti e il principe, tutti abbastanza rincoglioniti in verità,  non sarebbero andati molto lontano senza di lei. È per lei che La Bella Addormentata nel Bosco rimane il mio cartone animato preferito. È merito suo se l’ho guardato così tante volte da dire più spesso “cucno” che “cucchiaino” (per gli inconsapevoli: qui, al minuto 1:50). Ma, soprattutto, sono le sue espressioni fintamente imbarazzate o la sua meravigliosa collera, che l’hanno resa assolutamente degna di un film tutto suo, con, nientepopodimeno che, la figherrima Angelina Jolie. Malefica è il prototipo della femmina elegante e vendicativa. Per questo, ho deciso di dedicarle un dolce. Un base morbida al cioccolato, perché è circondata da “cretini, idioti e imbecilli” e ci vuole qualcosa che le tiri su il morale, arricchita con mirtilli freschi, perché anche lei è un po’ selvatica, ma con un tocco amarognolo di lime candito, per non essere troppo stucchevoli. Poi, lo sappiamo, viola e verde acido sono …

Chips di Carote

     Queste chips sono un modo alternativo per gustare le carote e il loro gusto è davvero sorprendente, ma premetto subito che questa ricetta non mi ha dato le soddisfazioni sperate, più che altro perché ho affettato 4 carote e mi sono trovata un sacchettino di chips. Ultimamente, il mio forno fa un po’ le bizze, è vero… ma non credo sia dovuto solo a quello! Di certo è una ricetta da provare se avete già il forno acceso e un mazzetto di carote in frigorifero che vi guarda implorandovi di mangiarle. E può essere un modo alternativo di presentare la verdura a chi trova sempre il modo di camuffarla, come la sottoscritta e più o meno tutti i bambini del mondo. Sarei curiosa di sapere i risultati di qualcun altro, quindi, sperimentate e fatemi sapere!. Per le chips di carote (a seconda di cosa avete in frigorifero) carote grandi olio extravergine di oliva sale fino pepe nero Preparazione Preriscaldate il forno a 140°C, in modalità ventilata. Lavate e pulite le carote, poi tagliatele …

La Pasta alla Gricia

La pasta alla gricia è un grande classico della cucina laziale, nonché uno dei condimenti base da padroneggiare nel caso gli amici decidessero di fermarsi a cena. La gricia è anche conosciuta come l’amatriciana in bianco, anche se può essere considerata quasi la vera amatriciana, avendo origini più antiche rispetto all’arrivo del pomodoro in Europa (per i più curiosi, questo avvenne dopo il 1540). Amatrice è un piccolo centro della provincia di Rieti e capitale mondiale del guanciale, molto simile alla pancetta, ma ottenuto dalla lavorazione della guancia di maiale, più tenera e delicata. Insomma, una vera delizia, purtroppo sconosciuto a molti. La gricia è quindi una ricetta antica, nata dalla sapienza dei pastori (che, porca miseria, se ne sanno!), sconsigliata dai dietologi, ma in grado di conquistare qualsiasi palato al primo assaggio.. Per 2 persone 160 gr di pasta (meglio se artigianale) 1 fettina di guanciale di Amatrice, alta circa mezzo centimetro 4 cucchiai di pecorino stagionato grattuggiato (meglio di Amatrice, ma state anche su un romano DOP) Abbondante pepe nero da macinare Sale …

Cremina di asparagi alla birra

Avete preparato gli asparagi marinati (come suggerisco qui) o un altra ricetta che prevedeva l’uso di queste verdurine, ma vi accorgete che avete un sacco di scarti che meritano certo una seconda possibilità? Ecco il rimedio.. Per 4 porzioni Gli scarti più duri di un mazzetto di asparagi (salvo la parte bianca finale) 100 gr di robiola o di altro formaggio fresco cremoso 1/2 bicchiere di birra 1 pezzettino di burro Sale fino Pepe nero da macinare Preparazione Affettate gli asparagi in rondelle sottilissime. Sciogliete il burro in un pentolino e fateli insaporire per un paio di minuti a fiamma bassa. Salate e aggiungete in mezzo bicchiere di birra. Lasciate cuocere, sempre a fiamma bassa, fino a che gli asparagi non saranno teneri (circa 10 minuti), coprendo con un coperchio. Ora alzate la fiamma e fate evaporare il liquido, mescolando di frequente. Tenete da parte e lasciate intiepidire. Mescolate gli asparagi cotti al formaggio morbido, aggiustate di pepe e usate questa salsina come accompagnamento a un piatto di carne cruda tipo tartare, carpaccio o tagliata …